Riserva Naturale Sian Ka’an

La riserva di Sian Ka’an il cui nome Maya indica il “luogo dove inizia il cielo” è un’area naturale protetta che si trova sulla costa caraibica di Quintana Roo, in Messico, dichiarata Riserva della Biosfera e Patrimonio dell’Umanità dall'Unesco.

A sud di Quintana Roo troviamo quest’area naturale di 500.000 ettari di natura incontaminata protetta. L’area combina foresta, cenotes, spiagge, dune e mangrovie e quindi una grande varietà di piante e animali che hanno reso questo variegato ecosistema la loro casa. Gli uccelli hanno un ruolo speciale con oltre 300 specie proprie e sulla costa la tartaruga verde e la tartaruga liuto trovano un luogo adatto per nidificare.

La sua grande estensione fornisce diversi modi per visitarla. Una possibilità a piedi è visitare le rovine Maya di Muyil, nel cuore della riserva, da dove parte un percorso interpretativo che vi porterà alla grande laguna di Chunyaxché. Un’altra opzione è quella di fare una gita in barca per visitare le zone umide e conoscere più da vicino le curiose mangrovie che qui si formano. Si dovrebbe anche visitare la spiaggia dove alcuni piccoli stabilimenti offrono spuntini o rinfreschi per godersi il mare.

Più da non perdere a Riviera Maya

Laguna di Nichupté

% sconto

Nichupté è un ecosistema naturale situato nel cuore di Cancun, formato da lagune e mangrovie la cui superficie misura più di tre mila ettari. Un’area protetta di vitale importanza per la biodiversità della zona.

La laguna è sede di quattro tipi di mangrovie: mangrovie rosse, nere, bianche e mangrovie buttonwood. In esse abitano molte specie selvatiche, piante e animali endemici, come coccodrilli, rane leopardo, iguane e tartarughe bianche.

Se volete scoprire questo habitat naturale la cosa ideale è a bordo di una barca o in moto d'acqua. Avrete la possibilità di osservare alcune specie, soprattutto gli uccelli nel loro habitat naturale. Molte barche attraversano le mangrovie e continuano il loro viaggio per raggiungere la barriera corallina vicino all’Isla Mujeres, ideale per le immersioni e per fare snorkeling.

A Nichupté è anche possibile praticare altre attività come la pesca e percorsi in kayak, e se siete più avventurosi, forse sarete incoraggiati a praticare lo sci d’acqua. Tutto dipende da quanta adrenalina volete sentire! Se viaggiate con il vostro partner e volete vivere un’esperienza romantica non esitate a fare un tour in barca di notte.

Rovine Maya di Tulum

% sconto

Tulum è una di quegli angoli della Riviera Maya dove le bellezze naturali e il passato Maya si mescolano per offrire uno dei paesaggi più insoliti dei Caraibi. Si tratta di alcune antiche rovine situate su scogliere che si affacciano su una bella spiaggia tropicale. Senza dubbio, i maya sapevano cosa facevano quando hanno scelto questa splendida località per costruire un tempio dedicato al dio del vento. La città ha ricevuto nell’antichità il nome di Zama, che significa in Maya “alba”.

Queste rovine corrispondono ad un’antica città murata il cui splendore data il 1000 d.C. Il sito archeologico si trova nel Parco Nazionale di Tulum, una vasta distesa di foresta, mangrovie di singolare bellezza che all’interno ospitano diverse specie di fauna e flora. È l’unica rovina che si conserva sulla spiaggia e, probabilmente, uno dei luoghi più attraenti di tutto il paesaggio messicano. Tuffatevi nella storia antica dei Maya percorrendo questo ambiente unico e, infine, godetevi la prospettiva che si ottiene nel nuotare nelle sue acque. Un’esperienza unica!

Ek-Balam

% sconto

A quasi 30 chilometri a nord di Valladolid, nel cuore della Penisola dello Yucatán, si trova Ek Balam, che significa “giaguaro nero”, uno dei più interessanti siti archeologici della zona. Il luogo comprende 45 strutture circondate da due mura (originariamente tre) e all’interno troviamo tutti i tipi di edifici dove risiedeva principalmente l’élite.

Questo insediamento era conosciuto come Talol, una delle principali città le cui origini risalgono al 300 a.C., anche se la maggior parte degli edifici corrispondono al periodo classico. Probabilmente l’elemento più interessante è la sua Acropoli, l’edificio più grande che conserva perfettamente fregi in gesso che emulano figure diverse. Al suo interno troviamo la tomba di Ukit Kan Le’k Tok’. Si consiglia vivamente di salire fino alla sua cima per osservare i luoghi circostanti. Nel posto troviamo anche un gioco della palla messicana, il Palazzo Ovale, un arco d’ingresso e due piramidi gemelle.

Infine, ricordiamo che Ek Balam è archeologicamente molto importante per la presenza di affreschi che dimostrano la maestria artistica di questa civiltà. In pochi luoghi si trovano resti di questo tipo così ben conservati.

Piramide di Cobá

% sconto

Riviera Maya non è solo spiagge paradisiache e vegetazione lussureggiante, quest’area è ricca di giacimenti precolombiani, e tra loro, si trova la grande piramide di Cobá, una struttura imponente che ha oltre 1000 anni, persa nella foresta della penisola dello Yucatan. A poco più di 40 chilometri da Tulum, all’interno, scopriamo questa imponente costruzione che un tempo era il centro di una città che nel suo periodo di maggior splendore contava più di 50.000 abitanti. Parte di essa è stata scavata, ma rimangono ancora molte zone da scoprire.

Sebbene sia nota come piramide di Cobá, nome della città, il suo vero nome è Nohoch Mul. Dispone di un totale di 120 scaloni e un’altezza di 42 metri, che la rende la più alta della penisola dello Yucatan. Si tratta di una costruzione molto ripida, ma su cui si può salire per contemplare magnifiche viste sulla foresta. Nella zona troviamo anche le lagune e altri siti archeologici che possono essere esplorati a piedi, anche se esiste il servizio di bici taxi che si occupa del trasferimento verso le diverse aree. Ci sono anche diverse bancarelle ambulanti per acquistare souvenir o semplicemente uno spuntino.

Chichen Itzá

% sconto

Chichén Itzá è, senza dubbio, la visita più emblematica di tutta la Riviera Maya; chi non ha mai visto qualche volta la sua imponente piramide su una cartolina? Questa è una delle visite essenziali in qualsiasi viaggio in questa regione, perché è un esempio di quella che è stata la civiltà Maya nel suo massimo splendore. Si trova a soli 40 chilometri a ovest di Valladolid.

Si tratta dei resti archeologici meglio conservati della zona, con l’immensa piramide di Kukulkán come fulcro di questo complesso e che oggi è considerata una delle sette meraviglie del mondo moderno. Il complesso dispone anche di due cenotes sacri, un gioco della palla messicana, la Piattaforma Osario, diverse piazze monumentali e il cortile delle mille colonne, che è all’altezza del suo nome.

Questo posto è visitabile dalle otto del mattino fino alle cinque del pomeriggio, e l’accesso è possibile con una modica cifra. Ci sono anche tour notturni per godersi uno spettacolo impressionante di luci e ombre, che è ancora più impressionante se la visita si svolge durante i due equinozi annuali, quando il sole produce un effetto sulla scalinata della piramide conosciuto come “la discesa del serpente piumato”.

Laguna di Muyil e rovine

% sconto

In piena Riserva Naturale di Sian Ka’an, vicino alla laguna Muyil, a nord della riserva, si trova il sito archeologico omonimo che mostra come era formata una città nel periodo classico dei Maya. Si tratta di un insediamento molto più umile di quello di Chichén Itzá, ma non per questo meno impressionante, in quanto la fitta foresta e la vicina laguna renderanno l’escursione molto più interessante.

Seguendo i sentieri segnalati e accompagnati da esperte guide locali, è possibile osservare le case di quell’epoca, un piccolo tempio nascosto nella boscaglia, ma l’elemento chiave della visita, sarà il castello piramidale dedicato alla dea Ixchel della fertilità, un’enorme struttura di 17 metri di altezza che si fa strada in mezzo a una foresta. Si dice che una volta si portassero i bambini a questo tempio per farli benedire dalla dea. Infine, l’insediamento fu abbandonato a causa della siccità.

Per completare la visita è altamente raccomandato fare un giro in barca nella laguna di Muyil e percorrere i canali tra le mangrovie che comunicano con la laguna adiacente di Chunyaxché. E, naturalmente, un tuffo nelle sue acque sarà il rinfrescante punto finale di questa visita.

Visita all’Isla Mujeres

% sconto

In pieno Mar dei Caraibi, a 20 minuti di barca da Cancun, spuntano piccoli paradisi come l’Isla Mujeres, un’incredibile ambiente naturale dalle acque limpide, una splendida vita marina e la cui visita è la scusa perfetta per fare un giro in mare. Quest’isola è di appena 500 metri di ampiezza e 7,5 chilometri di lunghezza, ma su di essa ci sono molte attività da fare. Normalmente, l’attrazione principale sono le immersioni, dal momento che la fauna sottomarina è veramente diversa e soprattutto i delfini e le tartarughe sono i protagonisti, ed in quest’isola si preserva anche questa specie così cara alla nota Tortugranja, centro di protezione delle tartarughe.

Se preferite rilassarvi e fare qualche giro turistico, una delle spiagge di quest’isola sarà il vostro luogo di riposo perfetto, con attività occasionali che vi offriranno un menù ricco e bevande rinfrescanti affinché non dobbiate preoccuparvi di nulla più che di godervi il paesaggio. Playa Norte è uno dei gioielli naturali di quest’isola con acque cristalline e un tramonto meraviglioso dove è possibile fare snorkeling e kayak.

È anche possibile passeggiare attraverso l’incantevole villaggio di pescatori situato nella parte nord, visitare le rovine della zona dedicate alla dea maya della fertilità Ixchel o conoscere i misteri della Hacienda Mundaca. Così poco territorio e così tanto da fare!

Escursione sull’Isola di Cozumel

% sconto

Cozumel, il cui nome significa “isola delle rondini” è la terza isola più grande del Messico e ha il privilegio di essere situata di fronte alla costa della Riviera Maya, ad appena 18 chilometri.

Per raggiungere Cozumel si potrà prendere un traghetto da Playa del Carmen che in soli 40 minuti raggiunge la destinazione, ma è anche possibile arrivare in aereo perché dispone di un aeroporto internazionale. Una volta a terra, vi troverete nella città più importante, San Miguel de Cozumel, un luogo molto turistico dove fare una bella passeggiata lungo il porto o comprare un souvenir.

L’isola ha una costa frastagliata e spazzata dal vento, ed è il motivo per cui si consiglia di visitare le spiagge più riparate della costa occidentale come Playa Palancar, mentre la costa orientale si è conservata più incontaminata, ma il vento è fastidioso. Lungo tutta la costa troviamo anche terme che invitano al relax.


Per coloro che vogliono vivere la natura nella sua forma più pura, il Faro de Celarain, che si trova nella punta più meridionale dell’isola, è una splendida riserva naturale dove è possibile ammirare la fauna e la flora di questa isola e dove poter visitare i suoi vari ecosistemi. D’altra parte, esistono anche molti interessanti siti archeologici maya da visitare, come El Cedral, dove gli spagnoli hanno stabilito la prima cappella cristiana e le rovine di San Gervasio, antico santuario dedicato alla dea Ixchel.

Ma le immersioni sono l’attività principale grazie alle belle scogliere che circondano l'isola. La fauna variegata che può essere osservata qui è la principale attrazione per i subacquei di tutto il mondo. Un luogo molto adatto per farlo è la riserva di Chankanaab dove si organizzano escursioni alle barriere coralline e dove, tra le altre cose, si può praticare snorkeling nella grande laguna interna.

Infine, esiste un posto molto romantico nella zona nord conosciuta come Isla de la Pasión, il sito preferito dagli innamorati per fare una fuga romantica e lasciarsi abbagliare da questo meraviglioso paesaggio caraibico.

Fare il bagno nei Cenotes

% sconto

Uno dei grandi privilegi di cui gode Riviera Maya è che si trovano sparsi su tutta l’area centinaia di cenotes che conferiscono un carattere unico a questo paesaggio. I cenotes sono buchi o grotte che danno accesso ai fiumi e a lagune sotterranee, creando così reticoli sotterranei complessi che sono una grande attrazione per i subacquei. A seconda delle dimensioni è possibile visitarli e anche fare un tuffo e, probabilmente, questa è una delle attività più originali che potete vivere a Riviera Maya.

Di tutti questi cenotes, si evidenzia il Gran Cenote, a poco più di tre chilometri da Tulum, un luogo tropicale meraviglioso per fare un tuffo in piena foresta. Qui le acque cristalline sono illuminate dalla luce naturale dall’esterno, perfette per praticare snorkeling e indagare le profondità che raggiungono i dieci metri o semplicemente ammirare le stalattiti e stalagmiti.

Un altro cenote nelle vicinanze, nella stessa zona di Tulum, è il Cenote de los Dos Ojos, ma in questo caso, ci troviamo di fronte ad un tour adatto solo ai più avventurosi. Questo luogo è conosciuto per essere parte di un gruppo di oltre 60 chilometri di grotte sottomarine (una delle più grandi del mondo), ma il Cenote Dos Ojos è solo una piccola parte che deve il suo nome alle due piscine che si rivolgono verso l’esterno collegate da un tunnel di 400 metri. Qui, oltre ad un tuffo, è possibile visitare queste gallerie piene di stalattiti e stalagmiti e alcuni pesci praticando immersioni. Queste escursioni offrono tutte le attrezzature e sono realizzate in piccoli gruppi di quattro persone accompagnati da una guida. La limpidezza dell’acqua, oltre che calda, renderà questo tour piacevole in un luogo così insolito come questa grotta sotterranea.

Xcaret Theme Park

% sconto

In passato Xcaret era un antico porto di merci maya, che, allo stato attuale, è stato trasformato in un parco a tema in cui scoprire l’essenza del Messico in maniera ecologica e rispettosa dell’ambiente. Trovarlo è molto facile, perché si trova a pochi chilometri fuori da Playa del Carmen, in direzione sud. Per accedervi bisognerà pagare il biglietto d’ingresso, che varia a seconda dei servizi che si desidera includere.

Qui si può vivere un’esperienza messicana completa, tanto naturale quanto culturale e le attrazioni cercano di mostrare il meglio di questo paese. Di mattina si consiglia di addentrarsi nella parte selvatica per scoprire gli animali di tutti i tipi e conoscere le piante tipiche della regione, che in molti casi sono state salvaguardate. Una delle visite più autentiche è quella nel giardino delle farfalle, uno spettacolo impressionante per la vista. Nella zona terrestre troviamo anche diversi ristoranti che servono cucina locale e anche diverse ricostruzioni archeologiche per conoscere meglio parte della storia Maya.

Se ci dirigiamo verso l’impressionante caletta, possiamo fare anche attività acquatiche di ogni genere. Qui è possibile fare escursioni di snorkeling, visitare il suo incredibile acquario di corallo nel proprio habitat naturale, nuotare in fiumi sotterranei, visitare l’isola dei giaguari o semplicemente fare un bagno. In tutti i casi è possibile apprezzare la flora e la fauna della Riviera Maya in piena natura.

Un totale di 50 attrazioni animeranno quest’esperienza, ma certamente una delle più impressionanti è “Xcaret México espectacular”, lo spettacolo finale che serve da mostra del folklore e della tradizione messicana, considerata patrimonio immateriale del mondo dall’Unesco, che racconta momenti storici salienti della civiltà maya grazie all’intervento di oltre 300 artisti. Migliaia di sorprese contenute in un unico spazio!

Quinta Avenida

% sconto

Playa del Carmen è il fulcro del turismo a Riviera Maya e non c’è da sorprendersi se la Quinta Avenida presenta i luoghi più affascinanti della zona per fare alcuni acquisti o semplicemente bere un drink e cenare in un’atmosfera unica dei Caraibi. Naturalmente, come nel resto di Playa del Carmen, Quinta Avenida è un luogo unico per trascorrere una notte indimenticabile.

Quinta Avenida è la strada pedonale più importante che ripercorre il litorale parallelo a Playa del Carmen. Durante il giorno, questo luogo è ideale per lo shopping, da semplici souvenir da portare come ricordo, alle marche del settore della moda e dei designer di alto livello.

Su questa stessa strada, troviamo anche luoghi affollati come la Plaza de los Fundadores o la cappella di Nuestra Señora del Carmen, luoghi dove non è obbligatorio il consumo per godere di questo viale. Ma una volta che si arriva fino all’incrocio con la calle 12, inizia la festa: piccoli bar dove prendere alcune birre, discoteche di vari piani per ballare a ritmo di elettronica o semplicemente stabilimenti dove divertirsi fino alle prime ore del mattino. Questa è l’offerta che si concentra su questa parte di Quintana Avenida.

Troviamo anche angoli discreti per gustare del buon cibo in questo paese. È il caso di Calle Corazón, a cui si accede dalla Quinta Avenida e dove troviamo effervescenti ristoranti, gallerie d’arte e un caffè dal gusto raffinato. Come vedete, Quinta Avenida ha tutto il necessario per trascorrere una buona giornata di divertimento a Playa del Carmen senza spostarsi troppo.

Altre cose da fare a Riviera Maya

Spiagge

% sconto

Cittá

% sconto

#SirenisExperiences
Tasso di cambio approssimativo, valido a fini meramente informativi. Ricordiamo che secondo la normativa vigente i pagamenti della prenotazione avverranno con moneta locale.
Aceptar

Utilizziamo cookies proprie e di terzi per migliorare i nostri servizi. Se continuate a navigare si presuppone che ne accettate l’uso.